Meraviglioso, vita e amori di Domenico Modugno

pubblicata il 07/09/2016

Meraviglioso, vita e amori di Domenico Modugno

meraviglioso

“Nel mese dell’effettivo, state aiutando a creare una squadra che potrà rafforzare la comunità locale e rendere il mondo un posto migliore per i suoi abitanti. Perché insieme tutti possono realizzare di più” John Germ.


Riflettendo sulle intense parole di John Germ, il Rotary club di Bisceglie ha inteso, in una splendida serata di inizio agosto, nella cornice del "Buen Vivir" dell'Oasi Naturale di Torre Calderina, rafforzare il senso della comunità locale e ritrovare i valori e le tradizioni della nostra Puglia, attraverso parole e musiche dell’intramontabile Domenico Modugno.


Un “meraviglioso viaggio”, fatto di racconti e canzoni, in cui è stato tracciato un percorso artistico e di vita intenso e impegnativo, ricco di esperienze e di successi sempre crescenti: dall’infanzia in Puglia al trionfo nei teatri di tutto il mondo, inseguendo il desiderio di emergere nel mondo della musica e dello spettacolo dopo gli anni difficili della seconda guerra mondiale.


E così la voce narrante di Fulvio Frezza, unita alla voce e alla chitarra di Domenico Mezzina, hanno regalato momenti di grande emozione ad una platea sognante e nostalgica, riproponendo i più grandi successi di Domenico Modugno, per mezzo di altrettanti racconti, in cui si sono ascoltate «tante parole pronunciate realmente da Modugno, cercate e raccolte in tante sue interviste» oltre che alcune testimonianze di chi ha condiviso con il cantautore pugliese gran parte della vita privata e professionale, come sua moglie Franca Gandolfi e Adriano Aragozzini, per anni suo manager.
Fulvio Frezza, autore del libro “Meraviglioso”, ha fatto parlare il protagonista in prima persona, intervallando le sue parole con i versi della canzone oggetto del racconto: a partire proprio dal brano che dà il titolo al libro, riletto alla luce dell’ictus che colpì il cantautore il 12 giugno 1984: «proprio io, che avevo scritto come perfino il dolore può apparire meraviglioso, mi sono ritrovato a pensare tante volte che per me era arrivato il momento di andare incontro all’acqua scura, di morire».


Nelle storie successive Frezza/Modugno indugia sulla passione per le donne (La donna riccia), sul rapporto con il padre (Vecchio frack), sulle censure ai suoi testi (Resta cu mme), sulle occasioni perdute (Piove), sulla storia d’amore con sua moglie (Il Maestro di violino).
E ancora la passione per il teatro e il cinema attraverso la rilettura di Che cosa sono le nuvole, La lontananza, La canzone di Cyrano.
Per concludere con il brano di maggior successo, raccontato verso per verso: Nel blu dipinto di blu, o, come la chiamano tutti, Volare.
A grande richiesta “Delfini” e i doverosi bis….


Una bella intuizione del nostro Presidente Mauro Pedone, "meravigliosamente" coadiuvato dall'ottimo Segretario Antonella Lafranceschina e sapientemente gestita dall'impeccabile Prefetto Francesco Dente.


Una formula nuova, fresca e accattivante: una grande festa all’insegna dell’amicizia, condividendo la gioia di stare insieme, con la consapevolezza di far parte di una bella squadra!


Tatiana Dell'Olio

meraviglioso locandina


Contattaci

Per domande e curiosità, contattaci compilando i campi seguenti